Le stazioni dell'Arte di Napoli

Le Stazioni dell’Arte di Napoli rappresentano uno dei più importanti e ampi interventi di architettura e arte pubblica realizzati nell’ultimo ventennio. Tutte le nuove stazioni della Linea 1 della metropolitana, inaugurate a partire dal 2001, sono il risultato di un progetto promosso dall’amministrazione comunale di Napoli per conferire qualità estetica ai luoghi della mobilità pubblica e riqualificare vaste aree del tessuto urbano.
leggi tutto

La progettazione delle stazioni sotterranee e dei corrispondenti interventi in superficie, è stata affidata ad architetti e designer di fama internazionale, come Àlvaro Siza, Eduardo Souto de Moura, Dominique Perrault, Oscar Tusquets, Karim Rashid, Gae Aulenti, Alessandro Mendini.

Gli spazi interni ed esterni delle stazioni - dotate ciascuna di caratteristiche stilistiche proprie e ideate in funzione delle diverse aree urbane interessate - hanno accolto, sotto il coordinamento di Achille Bonito Oliva, oltre 150 installazioni d’arte contemporanea, costituendo così, nel corso degli anni, un eccezionale patrimonio di arte pubblica distribuito sull’area urbana.
 
Le installazioni artistiche della metropolitana non hanno soltanto lo scopo di «abbellire» o di rendere più gradevole l’ambiente delle stazioni, non costituiscono semplicemente una risposta alle normali esigenze di decoro di una struttura pubblica, elemento che pure, per l’importanza del servizio svolto e la diramata presenza nel tessuto della città, può rappresentare un indice significativo di qualità della vita.
 
Queste opere, nella maggior parte dei casi site-specific, costituiscono un fattore rilevante del processo di qualificazione dello spazio architet-tonico, intervenendo nella definizione degli interni e contribuendo all’interazione dell’organismo architettonico con il contesto urbano.
 
Attraverso la stretta collaborazione tra architetti, artisti e designer a Napoli si è prodotto così un profondo cambiamento nella rappresentazione e nella percezione sociale delle stazioni metropolitane, progettate non più come spazi di transito meramente funzionali, ma come siti culturali connotati da una forte identità estetica e importanti attrattori del turismo mondiale.
 
Tappa culturale obbligata per i napoletani e per migliaia di visitatori stranieri, le Stazioni dell’Arte sono gestite dall’Azienda Napoletana Mobilità che, insieme al servizio di trasporto cittadino, promuove la conoscenza di questo grande patrimonio artistico della città di Napoli.
 
Visite guidate, attività didattiche per gli studenti e laboratori creativi per i più piccoli, un’offerta di sevizi educativi ampia e arricchita dal contributo scientifico di esperti storici dell’arte, per essere all’altezza della crescente domanda del turismo internazionale e del prestigio di una collezione d’arte pubblica tra le più grandi del mondo.
 

Testi | Maria Corbi

Foto | Peppe Avallone, Fabio Donato, Luciano Ferrara, Luciano Romano

 

Garibaldi

Università

Municipio

Toledo

Dante

Museo

Materdei

Salvator Rosa

Quattro Giornate

Vanvitelli

Rione Alto

Piscinola / Felimetrò